Investire nelle dolomiti bellunesi.

Le località turistiche

Le Dolomiti nella provincia di Belluno sono caratterizzate da una lunga lista di poli turistici; con "polo turistico" identifichiamo quel luogo attraverso il quale passano decine di migliaia di turisti ogni anno. Sono essi i luoghi più frequentati e dove è più conveniente investire tempo e denaro in attività commerciali.
Per orientarci meglio è bene distinguere subito due grandi aree principali: Il parco nazionale delle Dolomiti e il parco naturale delle Dolomiti d'Ampezzo.
Entrambi fanno parte della provincia di Belluno e il primo, il Parco Nazionale, si estende per oltre 30.000 ettari di meraviglie paesaggistiche nella zona sud-orientale comprendendo quell'area che dalle Alpi Feltrine sale a nord verso Sospirolo, dividendo il confine sud-orientale con la provincia trevigiana.
Il secondo, il Parco Naturale, coi suoi 11.000 ettari è invece più contenuto del primo e si estende dalla fine del centro abitato della città di Cortina d'Ampezzo fino al confine col Trentino-Alto Adige unendo la provincia bellunese con l'Alta Val Pusteria.

Queste due zone, in particolare, sono Patrimonio Mondiale dell'UNESCO fin dal 2009 e comprendono luoghi che almeno una volta nella vita è doveroso visitare.
La lottizzazione "Campo de' Fiori" nasce al centro del Parco Nazionale e, oltre a essere un ameno luogo da vivere, permette ottime possibilità per personalizzare i propri investimenti.
Tra i principali poli di attrazione turistica non possiamo che menzionare, quindi, la città fortificata di Feltre, la quiete di Sovramonte, la piccola venezia delle montagne di Belluno, la fiorente Agordo e le delizie di Zoldo. Per il massimo divertimento invernale, consigliamo invece i percorsi del Dolomiti Supersky: da Canazei ad Arabba, da Cortina ad Auronzo, per poi raggiungere il Cadore e le sponde del lago di Misurina.
Ultime, ma non per importanza, le attrattive turistiche estive e invernali polarizzate attorno ai laghi del Mis, di Santa Croce, Alleghe, Sorapis, Federa, Auronzo, Vogo di Cadore, Andorno e, appunto, Misurina.

Hotel, bed & breakfast, case vacanze e albergo diffuso

Il turismo è la grande risorsa bellunese da valorizzare, e i turisti alloggiano sia in prossimità delle singole attrazioni, che in luoghi il più possibile equidistanti dalla maggior parte di esse. È importante sottolineare come l'intera provincia bellunese non soffra alcun problema di traffico o sovraffollamento ed è quindi sempre possibile scegliere la quiete di luoghi isolati tra le montagne a pochi passi dalle maggiori città che l'assembramento gioioso lungo le vie dei centri abitati.

Decidere per un Hotel richiede una discreta forza economica; l'investimento non è trascurabile e il piano di Business deve essere calcolato con molta attenzione. Per attività di questo tipo è preferibile scegliere aree cittadine (a maggior costo) oppure zone prossime agli agglomerati ad ampio passaggio. Per esempio, l'investimento per aprire un Hotel a Cortina d'Ampezzo o a Selva di Cadore richiede un grosso impegno economico per via dell'alto valore commerciale di queste due aree, ma scegliendo un centro nelle prossimità quale Forno di Zoldo o Digonera, mantenendo un afflusso equipollente e un transito elevato, è possibile ridimensionare l'impegno economico richiesto.

Il Bed & Breakfast, rispetto alla struttura alberghiera, ha il vantaggio di una più semplice gestione e un minor investimento richiesto. Avere un numero ridotto di camere a disposizione dell'utenza, a fronte di importanti sgravi fiscali, incrementa la concorrenzialità dell'offerta, incitando la preferenza di soggiorni di più lunga durata e una fruibilità durante tutto l'arco dell'anno con picchi elevati nelle date più ambite.
È un'attività utile sia nella grande città che nei piccoli centri urbani e, non ultimo, tra le smeraldine valli protette dai costoni rocciosi delle montagne, godendo parimenti di panorami inimitabili.

Aprire una casa vacanze, o un albergo diffuso, nella provincia di Belluno è l'attività che più di altre è in grado di fidelizzare, nel medio/lungo periodo, il maggior numero di turisti.
L'investimento iniziale richiesto è contenuto come quello necessario al Bed & Breakfast, la gestione degli alloggi non soffre di limitazioni numeriche o di servizi quotidiani e gli sgravi fiscali sono egualmente vantaggiosi. Al pari della più importante monade alberghiera, un comprensorio di case vacanze, o un albergo diffuso, offre all'utenza la disponibilità di un intero alloggio in affitto per periodi che vanno dai pochi giorni al mese intero, consentendo agli stessi di vivere il luogo d'interesse come fossero a casa propria. Ciò è forse l'aspetto che più di ogni altro fidelizza intere famiglie clienti e, in base all'agio offerto e alla caratterizzazione peculiare, favorisce il passaparola e nuove possibilità di business.

Agricoltura, allevamento e agriturismo

Sebbene l'agricoltura autoctona si limiti a vere e proprie eccellenze locali di mercato, è pur vero che il fagiolo borlotto di Lamon, il gialet di Belluno, i formaggi di malga a latte crudo, il "mais sponcio" feltrino, o la mela Prussiana di Faller sono raffinatezze pregiate ricercate a livello mondiale.
Volendo avviare tali attività non sarà difficile reperire sul mercato immobiliare della provincia un terreno agricolo a basso costo da coltivare a frutteti o ortaggi.
Il clima e la terra son così floridi da fornire un alto indice di mais e foraggio per mantenere intere stalle bovine o allevamenti di animali da cortile, e produrre dei formaggi, delle carni o delle uova parimenti genuine.
Unendo, infine, le due proposte (l'allevamento e l'agricoltura) è pensabile di sfruttare anche il vantaggio turistico della zona avviando un agriturismo sia come ristorazione che come ospitalità e godere di un'attività tanto fiorente quanto naturale dell'intera provincia bellunese.

Il vino veneto, il prosecco DOC di Valdobbiadene e i distillati

Le etichette disponibili nella provincia di Belluno sono così varie e raffinate da far gola, è proprio il caso di dirlo, a importanti e fruttuosi investimenti.
Nell'area dell'intera provincia sono disponibili terreni atti a fornire importanti uvaggi come Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero e Pinot Grigio, Bianchetta Trevigiana, Glera e Glera lunga e capaci di due importanti DOC quali il Prosecco e la Serenissima. Diviso tra pianure e colline, il terreno agricolo della provincia di Belluno è particolarmente adatto alla viticoltura di uve bianche e alla produzione di spumanti, vini fermi e mossi.

Scendendo verso il confine con la provincia di Treviso, nelle prossimità di Valdobbiadene (sede del più famoso Prosecco e del Cartizze), si apre una vasta proposta di terre in attesa di essere trasformate in vino.
Più a nord e a ovest, ai confini della provincia bellunese, si addensano zone famose per la produzione dei distillati e, in particolare, della Grappa.
Tra le tante idee per un proficuo investimento agroalimentare nella zona ci sentiamo di consigliare ancora l'agriturismo, ma in questo caso non annesso a un allevamento o a una produzione ortofrutticola, ma bensì annesso a un'importante produzione vitivinicola.

La grande e piccola ristorazione

Ospitando turisti provenienti da ogni parte del mondo, la provincia di Belluno si propone come crocevia di culture diverse, e come tale non esclude nessuna cucina mondiale o regionale, nemmeno le più esotiche.
Sebbene gli autoctoni siano aperti alla scoperta di cucine e sapori provenienti da ogni parte d'Italia, il turista che raggiunge queste zone, ricerca il gusto e la genuinità dei piatti di montagna.
Così tanto nel maggiore agglomerato cittadino che nel piccolo paese di frontiera, il suggerimento che ci sentiamo di consigliarvi è il mantenimento dei piatti locali a cui annettere, eventualmente, delle pietanze caratteristiche di altre regioni. Tuttavia il facile reperimento di generi prodotti dal territorio circostante rende particolarmente proficua la scelta di cucine legate ai sapori montani.
Gli affari nella ristorazione, quindi, si fanno fruttuosi tanto nella locanda di paese, quanto nel più raffinato ristorante di città e altrettanto si può dire nelle malghe o nei rifugi ad alta quota. È naturale che l'investimento richiesto sia proporzionale alla pregiatezza del luogo scelto, ma è anche vero che nella provincia di Belluno ci si muove agevolmente grazie alle grandi arterie di collegamento e alla scarsità di traffico, e quindi ogni luogo, anche il più apparentemente inaccessibile, è a portata di qualche decina di minuti di viaggio.

I poli commerciali

Non mancano, in tutta la provincia, dei centri polifunzionali di servizi e prodotti commerciali. A partire dalle vie centrali delle più importanti città per finire ai ricercati viatici dei caratteristici paesi alpini, dietro ogni angolo può celarsi per poi svelarsi un negozio di pregiata particolarità capace di proporre tanto il peculiare monile artigianale quanto il più diffuso e blasonato prodotto di marca.
Ricordiamo che l'intera provincia è sede di importanti fabbriche tra le quali, per citare un nome di certo noto, insiste la Luxottica oltre alla Ideal Standard (produzione di ceramiche edili) e alla Costan (refrigerazioni industriali). Ci troviamo, infatti, in una provincia ad alta industrializzazione che, nel corso degli anni e a dispetto della crisi nazionale, è stata capace di mantenere la provincia di Belluno nei primi quindici posti per ricchezza pro-capite (nel 2009 si stima un reddito di oltre 29.000 euro per abitante).
Seppur peculiare, e unico quale fenomeno nazionale, una provincia tanto ricca e tanto industrializzata è anche una provincia capace di mantenere un impatto ambientale infimo nel rispetto delle incredibili risorse naturali godute, tanto che nelle recenti ricerche ufficiali, la città di Belluno in particolare e la provincia più in generale appare, di anno in anno, tra il primo e il terzo posto per qualità della vita e, relativamente all'anno 2018, anche la provincia con la minore incidenza di spesa pro-capite necessaria al sostentamento quotidiano.
Le caratteristiche della provincia di Belluno, quindi, incoraggiano investimenti proficui e fruttuosi di ogni genere, sempre tuttavia ricordando che gli abitanti sono oltremodo accorti tanto al rispetto dell'ambiente quanto alla cortese ed elegante educazione, e le pubbliche amministrazioni alla licea onestà personale e osservanza delle regole.

Lotti Edificabili

La nostra proposta per abitare al centro delle Dolomiti in un piccolo contesto ai piedi delle Alpi. Scopri di più ...

Contatti

Contattaci per ulteriori informazioni sull'acquisto dei lotti edificabili nella provincia di Belluno o per altre informazioni. Scopri di più ...

Come raggiungerci

In treno, aereo o automobile. Le dolomiti sono ben collegate con ogni parte del mondo grazie all'afflusso turistico annuale. Scopri di più ...

livingdolomiti.com - soluzioni per vivere, viaggiare e abitare sulle dolomiti, in Veneto nella provincia di Belluno
sitemap | tutti i diritti riservati © 2018.