Le normative comunali sull'edilizia privata

La concessione edilizia

Tutte le opere che intendano trasformare stabilmente il territorio sotto il profilo edilizio e urbanistico sono soggette a Concessione Edilizia ai sensi degli artt.1 della L.10/1977 e 76 della L.R. 61/1985.
Anche quelle varianti in opere preesistenti, qualora modifichino l'assetto urbanistico-edilizio, soggiacciono alla medesima concessione a meno che la cubatura della variante non superi 1/3 della cubatura complessiva dell'edificio.
In altre parole, per costruire una struttura ex-novo sui terreni edificabili e urbanizzati di "Campo de Fiori", è necessario richiedere la Concessione Edilizia al comune di Mel.

I soggetti interessati alla concessione edilizia

Il titolare dei diritti reali sul bene, ovvero il proprietario (o i proprietari) del terreno edificabile, potranno richiedere l'intitolazione del provvedimento amministrativo a lui (loro) stesso o ad altra persona e, solitamente, è anche il committente dei lavori.
Il provvedimento amministrativo della Concessione Edilizia può essere volturato a terzi o, in altre parole, è possibile far approvare un progetto edilizio e trasferirne la proprietà col terreno annesso a terzi, anche prima della realizzazione dell'immobile.
Quest'ultimo punto è importante qualora l'acquisto di uno o più dei lotti edificabili e urbanizzati di "Campo de fiori" sia finalizzato all'investimento con intento di rivendita dell'immobile futuro o del solo progetto approvato.

La conformità e la veridicità di quanto inteso costruire sui lotti edificabili è diretta al progettista, quale tecnico riconosciuto e abilitato da un ordine professionale, che assume la responsabilità sulle opere.
I lotti edificabili e urbanizzati "Campo de Fiori" possono essere acquistati senza alcun vincolo sul professionista scelto in qualità di progettista.

Il titolare del provvedimento amministrativo, ovvero della Concessione Edilizia e dei relativi permessi per costruire, deve nominare un direttore dei lavori che segua l'opera durante le fasi della realizzazione e si assuma la responsabilità della corrispondenza tra quanto presentato dal progettista, approvato dal comune di Mel e quanto realizzato.
Tale nomina, è importante sottolineare, deve avvenire anticipatamente rispetto alla data di inizio lavori.

Entro il medesimo termine, infine, deve essere indicato l'esecutore dei lavori che può essere lo stesso committente e titolare degli atti autorizzativi si Concessione Edilizia, oppure può avvalersi di imprese o professionisti terzi.

Competenze sulla concessione edilizia nel comune di Mel

Il Sindaco di Mel ha la competenza dei provvedimenti autorizzativi e repressivi previsti dalla Legge.
Al Consiglio Comunale di Mel compete l'adozione degli strumenti di programmazione generale e l'approvazione degli strumenti urbanistici attuativi.
La Giunta Comunale di Mel si occuperà della determinazione di stralci funzionali attuativi, degli atti di organizzazione dell'Ufficio Urbanistico Comunale, delle norme per la tenuta e la pubblicazione degli atti in materia urbanistico-edilizia, e infine dei diritti ed i rimborsi delle spese.

L'ufficio urbanistico comunale riceve gli atti da parte dei richiedenti attestandone la data di ricevimento ai fini della decorrenza dei termini previsti dalla legge e dal regolamento edilizio. Effettua l'esame preliminare delle pratiche relativamente alla completezza della documentazione e alla tipologia dei lavori, in relazione al provvedimento finale conseguente, richiedendo le eventuali integrazioni necessarie ai fini della sottoposizione al parere della Commissione Edilizia. Redige e sottoscrive l'istruttoria tecnico-legale delle pratiche dandone comunicazione agli interessati per le controdeduzioni, ove richiesto dai medesimi, e sottopone le pratiche, unitamente all'istruttoria e alle eventuali controdeduzioni, alla Commissione Edilizia per il parere o al Responsabile del Servizio Urbanistico-Edilizio per l'archiviazione.
Richiede i pareri di legge da acquisire d'ufficio, predispone gli atti autorizzativi previo riscontro della completezza della documentazione necessaria per il loro rilascio, riceve le comunicazioni previste dal regolamento prodotte da parte dei soggetti, annota negli appositi registri e negli atti cartografici ufficiali i vincoli edilizi ed urbanistici istituiti dai privati in relazione ad atti autorizzativi, gestisce il calcolo e la riscossione dei diritti e dei contributi attinenti i provvedimenti di competenza, cura l'istruttoria delle autorizzazioni di agibilità/abitabilità, gestisce l'archivio delle pratiche edilizie, effettua, tramite ispezioni e sopralluoghi, anche a campione secondo regole predeterminate, le verifiche tecniche previste o comunque necessarie per l'emanazione di provvedimenti amministrativi e per la determinazione della tipologia e della consistenza degli abusi edilizi e delle difformità dalle Norme di Attuazione del P.R.G. e dal Regolamento Edilizio.
Infine rilascia i certificati di competenza dell'ufficio in base ad atti di organizzazione della Giunta. Il tecnico preposto è responsabile del procedimento ai sensi del 3 comma dell'art.45 dello Statuto.

Infine, la Commissione Edilizia, ove richiesto dagli organi comunali di cui sopra, rilascia parere tecnico ma non vincolante per l'edificazione dei nuovi volumi o superifici determinanti indice urbanistico, per i progetti e per le loro varianti e può esprimere parere non vincolante, su propria iniziativa o su richiesta degli organi, nell'ambito dei progetti preliminari.

Inoltrare richiesta di concessione edilizia

I dati fondamentali al fine dell'accoglimento di una domanda di Concessione Edilizia presso il comune di Mel riguardano, innanzitutto, le generalità del titolare del provvedimento richiesto.
Nella fattispecie andrà indicato il nome e il cognome, il codice fiscale, la data e il luogo di nascita e un recapito inteso come domicilio ove ricevere gli atti relativi al provvedimento stesso. Il tutto sarà necessario corredo degli allegati esplicativi dell'oggetto richiesto.
è altresì possibile eleggere domicilio presso il progettista incaricato e dimostrare la titolarità sul lotto mediante atto sostitutivo di notorietà.

La domanda va protocollata e presentata presso l'Ufficio Urbanistico Comunale che entro 15 giorni dal ricevimento attesterà la completezza della documentazione presentata, ovvero, in caso di irregolarità, l'ufficio si occuperà di comunicare tempestivamente agli interessati l'interruzione del procedimento.

Con provvedimento successivo, visto il parere favorevole del Responsabile del Settore Igiene Pubblica, della Giunta Comunale, della Commissione Edilizia e del Responsabile del servizio Urbanistico-Edilizio viene notificato al richiedente, presso il domicilio eletto, sia il parere ottenuto che la data per il ritiro dell'atto autorizzativo.

La documentazione necessaria

Alla domanda di Concessione Edilizia va nececessariamente allegata una documentazione specifica sull'intento e l'oggetto della domanda stessa, e tale documentazione deve contenere:
• Relazione tecnica descrittiva : contenente una descrizione dell'intervento da realizzare, dei materiali utilizzati, delle procedure seguite evidenziando l'attinenza tra opera eseguita e liceità normativa.
• Documentazione fotografica : con foto riprese del preesistente da almeno tre coni visuali e immagini non inferiori a 10x15 cm.
• Fotomontaggi e modelli : opzionalmente è possibile presentare un modello o un fotomontaggio dell'opera desiderata per meglio valutare l'impatto visivo o ambientale della stessa.
• Localizzazione dell'intervento: occorre presentare delle mappe catastali aggiornate della locazione ove si intende realizzare l'intervento.
• Rappresentazione altimetrica : riferita a punti fissi ben individuabili e non modificabili nel tempo, la rappresentazione deve evidenziare le variazioni altimetriche del terreno mediante curve di livello, piano quotato o planivolumetrico tridimensionale.
• Determinazione dei punti fissi : l'indicazione delle quote d'imposta delle opere è effettuata con indicazione planimetrica di un punto fisso inamovibile ricercato su immobile prossimo all'intervento, su tombino, muretto stradale, fabbricato.
• Elaborati grafici di progetto : l'elaborato deve essere riportato alle dimensioni di un foglio A4 anche mediante piegatura e deve rispettare una scala di 1:50 o 1:100 indicante ogni elemento riportando le misure anche in forma numerica.
È importante che l'elaborato contenga le piante dei singoli piani riportanti le destinazioni d'uso dei vani, superfici nette e volumi, la pianta della copertura, almeno due sezioni ortogonali e tutti i prospetti esterni, le distanze dai confini, dalle strade e dagli altri fabbricati, la mappa fognaria estesa fino al collettore comunale, i livelli delle aree esterne ante e post-operam per un perimetro di cinque metri e, infine, gli stessi elaborati relativi allo stato esistente.
• Sistemazioni esterne e di servizio : indicanti gli allacci al servizio pubblico, alle servitù di passaggio e alle strade comunali con relativi elaborati.
• Impianti tecnologici particolari : gli schemi idrici, elettrici, di riscaldamento e coibentazione, oltre all'allaccio alle fognature, conforme alle norme vigenti.
• Dati urbanistici ed edilizi : certificati dal progettista abilitato, sono i dati aventi rilevanza urbanistico-edilizia relativi all'opera.
• Atti catastali : tutti i dati desumibili dal catasto possono essere presentati con certificazione del progettista abilitato.
• Perizia geologica : gli atti e gli elaborati rappresentativi della stratigrafia del terreno.
• Computo delle opere : la documentazione dell'opera corroborata da esatto computo metrico estimativo e stima dei lavori necessari. I prezzi del computo sono tabellati e conformi ai quelli stabiliti dal Genio Civile e dalla Camera di Commercio di Belluno.
• Autorizzazione a costruire : sull'intero territorio comunale, di norma, non si possono iniziare lavori senza la preventiva autorizzazione scritta prevista dall'art.lo 18 della Legge n. 64 del 02-02-1974 e successive modificazioni. Qualora l'autorizzazione non fosse necessaria, il progettista abilitato può autocertificarlo sotto la propria responsabilità.

Dove rivolgersi

Gli uffici comunali di Mel si trovano in Piazza Papa Luciani, 3 a Mel (BL).
Per orari di apertura e ulteriori informazioni si rimanda al sito istituzionale dell'ufficio di Edilizia Privata del comune di Mel.
Per una trattazione più esaustiva sugli atti relativi alla concessione edilizia, si rimanda all'atto del Regolamento Edilizio della Regione Veneto.

Lotti Edificabili

La nostra proposta per abitare al centro delle Dolomiti in un piccolo contesto ai piedi delle Alpi. Scopri di più ...

Contatti

Contattaci per ulteriori informazioni sull'acquisto dei lotti edificabili nella provincia di Belluno o per altre informazioni. Scopri di più ...

Come raggiungerci

In treno, aereo o automobile. Le dolomiti sono ben collegate con ogni parte del mondo grazie all'afflusso turistico annuale. Scopri di più ...

livingdolomiti.com - soluzioni per vivere, viaggiare e abitare sulle dolomiti, in Veneto nella provincia di Belluno
sitemap | tutti i diritti riservati © 2018.