Il trekking e i percorsi naturalistici nelle dolomiti

Escursioni: tra Trekking e Nordic Walking

I percorsi da Trekking sempre efficienti, segnalati e curati, costellati di rifugi in quota, punti di ristoro e malghe, sono il miglior biglietto da visita per l'intera provincia di Belluno.
La soddisfazione di ogni singolo abitante, che sia residente o turista, che sia vacanziere o escursionista, è all'apice delle priorità di coloro che vivono e lavorano tra le bellezze delle Dolomiti. Tant'è il rispetto dovuto alla bellezza degli scenari alpini offerti dalla natura.
Impensabile, per gli amanti del genere, non passeggiare lungo il sentiero che dalla Val Canzoi raggiunge il rifugio di Boz: una suggestiva quanto impegnativa camminata di 10 ore attraverso valli, marmitte e cascate in un dislivello di quasi 1.800 metri.
Oppure salire fino alla forcella Toanella partendo dal lago di Pontesei in un viaggio di cinque ore lungo un dislivello di 1.400 metri sopra la Val Zoldana.
E perchè non ammirare il panorama dai 2.000 metri della vetta del monte Pore in una facile escursione di 4 ore tra boschi e prati?
E ancora: le escursioni al rifugio dei Loff sul passo di San Boldo, l'anello di Nordic Walking da Cordellon al monte Foral intorno a Mel, il sentiero naturale di San Gervasio a Lentiai, una passeggiata verso il castello di Zumelle a Villa o il Nordic Walking attorno al rifugio Boz.
Raccogliere un elenco completo di percorsi e possibili escursioni sarebbe un'impresa ardua, ma in ogni rifugio e in ogni struttura alberghiera dell'intera provincia sarà semplicissimo reperire una mappa dettagliata dei viatici, o delle guide alpine, insieme alle quali scoprire la piacevolezza di una passeggiata in mezzo alla natura. Tuttavia, anche senza una mappa, sarè facile imbattersi nei cartelli segnaletici dei percorsi escursionistici corroborati da dettagliate descrizioni e istruzioni sia per l'utente più organizzato che per il neofita.
A disposizione degli escursionisti più esperti e avventurosi ci son percorsi a tappe di più giorni per raggiungere vette più alte e panorami inimitabili, come quelli che dal lago Sorapis raggiungono il rifugio Vandelli dal passo Tre Croci.

Bici e Mountain Bike

D'estate, intorno alla stazione sciistica del Nevegal, a pochi chilometri da Belluno, si dipinge un anello panoramico che attraversa il gradone panoramico sopra le case Valdart adatto sia al Nordic Walking che alle escursioni in Mountain Bike.
Adatto anche alle bici da corsa, attraverso un percorso asfaltato, è possibile effettuare il periplo del lago del Mis; da Servo a Sovramonte, i più temerari potranno raggiungere il passo di Croce d'Aune tanto attraverso la via asfaltata che seguendo i ben segnalati percorsi sterrati tra i boschi che ricoprono questo versante montuoso. La ciclabile della Valsugana, al confine tra le provincie di Trento e Belluno, vi collegherà dopo 80 Km di viaggio a Bassano in un percorso sufficientemente pianeggiante da incoraggiare anche i neofiti della disciplina.
Sempre al confine tra il trentino e il bellunese, nello splendido Parco Nazionale delle Dolomiti, consigliamo di provare il percorso di Mountain Bike e Downhill che da Lavarone vi calerà verso il forte Lusérn.
E ci sarebbe ancora tanto da elencare, ma come introduzione vi piaccia sapere che sia il Parco Nazionale che il Parco Naturale delle Dolomiti, sono intrisi di percorsi attrezzati per MTB, Ciclocross, ciclismo e Downhill adatti tanto all'esperto più accanito quanto al principiante più curioso.

Arrampicate, rocce e vie ferrate

Non sono in molti a sapere che, nella sola regione bellunese del Cadore, esistono ben 31 siti attrezzati e di vari livelli di difficoltà per effettuare arrampicate su pareti rocciose. L'area, difatti, è sia ben predisposta allo sfruttamento di clivi naturali, che pregna di palestre artificiali dove avvicinarsi, o perfezionarsi, nella disciplina.
Dalla Malga Ciapela, sul gruppo della Marmolada, i percorsi attrezzati tanto per la discesa, quanto per la salita, oltre a essere ben rodati e ottimamente mantenuti, sono frequentati e ambiti dagli alpinisti e dai rocciatori di tutto il mondo.
Il parco naturale Tre Cime, tanto nel versante bellunese, che in quello trentino, offre spettacolari vette da raggiungere attraverso dei veri e propri percorsi "simbolo" delle Dolomiti.
Sullo spallone del Monte La Banca insiste il grande classico delle arrampicate sul complesso della Marmolada in un percorso dalle ottime chiodature attraverso paesaggi fioriti e bucolici di estrema bellezza, in 260 metri di dislivello, tanto che viene denominata "Flora Alpina".
Accanto ai grandi classici della disciplina, vi son poi tantissimi altri spalloni e versanti chiodati e ferrati che, con un po' di pazienza e altrettanta curiosità vi divertirete a scoprire, percorrere e amare tanto da decidere di fermarvi a vivere in questa provincia o, quantomeno, tornarci regolarmente.

Sport acquatici nelle Dolomiti

Seppur peculiare, e di certo divertente, andare sulle vette più ambite del mondo per praticare sport acquatici potrebbe sembrare un ossimoro.
I laghi dolomitici, le piccole o grandi cascate e le piscine attrezzate richiamano, contrariamente a quanto si pensi, un elevato numero di amati dell'acqua.
Si potrebbe, quindi, partecipare alla Vascalonga nella piscina comunale di Belluno, oppure salire fino al lago di Santa Croce per fare qualche giro in "formula Windsurf" o di canoa. Delle piacevoli bracciate tra le sponde del Mis, gioiello incastrato tra costoni di roccia e larici, oppure un allegro giro acrobatico nello Splash Party sui Piani di Pezzè ad Alleghe.
Le Dolomiti non sono solo Trekking, Mountain Bike o nuda roccia da scalare, ma la loro vera bellezza risiede nella versatilità offerta tant'è possibile scivolare col Windsurf nello stesso lago dove, pochi mesi prima, si è pattinato, e attorno al quale, dopo aver sciato o camminato con le ciaspole, si è fatto un bel giro in Mountain Bike o un piacevole anello di Nordic Walking.

Motocross, rally e altri motori

Quest'anno, ad esempio, il Dolomiti Rally 2018 si è svolto, con ben tre prove differenti, attorno e dentro la città di Agordo. Il passo di Giau tra Cortina d'Ampezzo e Selva di Cadore, o l'Alta Via delle Dolomiti n.1 che dal lago di Braies raggiunge la città di Belluno, sono percorsi gettonati per escursioni sia con le moto che con le Supercar in numerose manifestazioni organizzate che ogni anno (e più volte ogni anno) si celebrano lungo queste strade.
I percorsi offroad, dai più amatoriali ai più professionali si dipanano tra le spettacolari valli e i costoni in quota di queste montagne, e sono tutti da vedere, viaggiare e ripetere per essere sicuri di non essersi persi nessuno scorcio panoramico.
Non ultimi, vogliamo citare sia l'annuale Coppa D'oro delle Dolomiti Bellunesi, dove centinaia di auto storiche si sfidano attraverso percorsi ogni anno differenti e sia il Rally Ronde Dolomiti Bellunesi che viene organizzato ogni anno nel mese di Novembre.

Lotti Edificabili

La nostra proposta per abitare al centro delle Dolomiti in un piccolo contesto ai piedi delle Alpi. Scopri di più ...

Contatti

Contattaci per ulteriori informazioni sull'acquisto dei lotti edificabili nella provincia di Belluno o per altre informazioni. Scopri di più ...

Come raggiungerci

In treno, aereo o automobile. Le dolomiti sono ben collegate con ogni parte del mondo grazie all'afflusso turistico annuale. Scopri di più ...

livingdolomiti.com - soluzioni per vivere, viaggiare e abitare sulle dolomiti, in Veneto nella provincia di Belluno
sitemap | tutti i diritti riservati © 2018.